IL CASALE MARCHESANI

Descritto come: “palazzetto merlato di un bel rosso granato, vibrante di luce radiosa da mandare in visibilio tutti i paesisti dell’ottocento”, il casale appare oggi assai fatiscente ed in ogni caso assai lontano dai suoi giorni migliori. Questo edificio fu costruito inglobando una preesistente costruzione romana di cui oggi ancora si vedono alcune strutture in opus latericium, edificio connesso alle attività di culto che accoglieva i fedeli prima di accedere agli edifici sacri e dove forse potevano trascorrere la notte.

Il casale si svela in tutta la sua perduta magnificenza all’improvviso sul sentiero di montagna che vi conduce. La prima cosa che si nota è la bella torre merlettata con un grande orologio fermo sulle ore nove. Appena entrati nel perimetro sulla sinistra, c’è un piccolo edificio merlato con un camino ed un vecchio divano solitario. Costeggiando l’edificio sulla destra, passando sotto la torre si notano le preesistenze romane; nel retro ci sono ambienti di servizio, probabilmente anche cantine vista la presenza di resti di grandi botti. La facciata principale è puntellata e si nota il crollo di diversi solai degli ambienti superiori. La scala principale, sebbene piuttosto rovinata, permette di salire senza rischio al primo piano. Qua e là sono visibili i segni della passata bellezza di questa che, sebbene debba essere stato una magione di campagna, era comunque raffinata: stucchi, soffitti di legno, paratie di legno massiccio, bei camini. Diversi ambienti non sono accessibili per il crollo in più punti dei pavimenti. Anche il tetto appare scoperchiato in molte parti, il che fa di questo un edificio che non resisterà a lungo. La sua austera decadente bellezza e il meraviglioso panorama che si gode da quassù fanno di questo un luogo ancora magico.

L'esplorazione è stata fatta per un tempo davvero breve, nel rispetto dei luoghi e degli eventuali cartelli di divieto presenti. Nessuna intrusione in luoghi protetti da chiusure, barriere, cancelli o in presenza di divieti è stata fatta. Nulla è stato toccato e/o prelevato. 

IL PRESENTE ARTICOLO NON COSTITUISCE IN NESSUN MODO UN INVITO O UN INCORAGGIAMENTO ALL'ESPLORAZIONE. I LUOGHI SONO FATISCENTI E PERICOLOSI. CHI LO FACESSE, SE NE ASSUME OGNI CONSAPEVOLE RISCHIO. AD OGNI BUON CONTO RICORDATE SEMPRE LA REGOLA "LEAVE ONLY FOOTPRINTS AND TAKE ONLY PHOTOS", LASCIATE SOLO IMPRONTE E NON PRENDETE NULLA SE NON IMMAGINI.

 

Treespassing private properties is both illegal and dangerous.


select your language

PER CONTATTI usare il form o scrivere a: giovannifilangieri@gmail.com