Caro Massimo...

19 febbraio 1953 - 4 giugno 1994

 

 Ultimogenito dei sei figli di Alfredo Troisi (ferroviere) e di Elena Andinolfi (casalinga).

Cominciò la sua carriera col gruppo I Saraceni e poi con la Smorfia (insieme a Lello Arena ed Enzo Decaro). Il successo della Smorfia fu enorme ed immediato e consentì ad un giovanissimo Troisi di esordire al cinema nel 1981 con Ricomincio da tre  Seguirono, poi, tanti altri film di cui il Postino fu l’ultimo. Morì prima ancora che il film fosse terminato a soli quarantun anni e non lo vedrà mai nelle sale. Era affetto sin da bambino da febbre reumatica, sviluppò una grave degenerazione della valvola mitrale (solo i familiari e gli amici intimi ne erano a conoscenza).  

Artista eclettico, fu notato anche da Hollywood che gli propose dei ruoli che Troisi divette rifiutare sempre per ragioni di salute.  O ssaje comme fa 'o core, una poesia messa in musica dall'amico Pino Daniele, è un'allusione ai problemi cardiaci, sia suoi che di Pino Daniele, e forse il suo testamento morale.

La comicità troisiana entra nel sistema infrangendo con tutte le sue parti, il complesso di valori al potere. Un rifiuto che in chiave ironica mette in crisi quel complesso di valori religiosi, politici e persino linguistici. Troisi amava parlare in napoletano, anche quando era in contesti istituzionali ed è per questo stato ferocemente criticato e tacciato di provincialismo. Provinciale è, invece, risultato chi non lo ha capito, perché Troisi è oggi apprezzato e conosciuto ovunque, accostato da qualcuno persino a Woody Allen.


A CASA DI MASSIMO TROISI

C'è una persona che è rimasta nel cuore del napoletani, tanto da essere un'icona e da meritare di appartenere al quel "pantheon" di personaggi rappresentativi di Napoli. Una persona che è scomparsa troppo presto. Il suo nome è Massimo Troisi. Se i napoletani cantano, con un misto di orgoglio e malinconia (sarebbe meglio scrivere Apucundria), le canzoni di Pino Daniele o recitano a memoria i film di Totò  e le commedie di Eduardo, altrettanto fanno con i film di Massimo Troisi o le gag del gruppo teatrale "La Smorfia", di cui Troisi faceva parte insieme a Lello Arena e Enzo Decaro. Perché Massimo aveva dentro quella scintilla di eternità che lo ha reso immortale, nonostante la sua prematura fine. Ed anche perché Massimo incarnava a pieno lo spirito napoletano, fatto allo stesso tempo di allegria e tristezza, di generosità e cattiveria, di paura ma anche sfida della morte, di cinismo ma anche di coraggio rivoluzionario. Massimo sempre con noi, grazie anche ad una bellissima iniziativa chiamata A CASA DI MASSIMO TROISI. Cosa è? Innanzitutto uno spazio dove sono riunite cose a lui appartenute: non solo cimeli e premi, ma anche oggetti di tutti i giorni come i mobili e il telefono di casa sua, la sua carta di identità etc. Potremmo aggiungere: un salotto dove incontrare i suoi familiari e tanti appassionati. Ma cosa sia "a Casa di Massimo Troisi" lo dice il nome stesso: la casa di Massimo Troisi!   La trovate a: San Giorgio a Cremano (NA), all'interno di "Villa Bruno", in Via Cavalli di Bronzo.

Anche io ci sono stato e ci torno, talvolta pensando a quel giorno lontano, quando - ragazzino - ho assistito ad uno spettacolo della Smorfia al Metropolitan di Napoli. E da allora il mio mondo si è popolato per sempre di "minolli", "rostocchi" e quel meraviglioso frasario fatto di "non te preoccupà, non te preoccupà" "Annunciazione annunciazione" "o napoli sta perdendo co Cesena!", sognando di potere vedere un giorno l'agendina di Minà.  Allora...CIAO MASSIMO 

 

© Giovanni Rossi Filangieri 2015

 

CONDIVIDI SU

select your language

CONTATTI: giovannifilangieri@gmail.com

 

Commenti: 19
  • #19

    Giovanni Rossi Filangieri (venerdì, 28 giugno 2019 11:28)

    Ciao Sabry, questo è il libro ospiti per i saluti e i commenti. Se desideri info la prossima volta compil ail form contatti, altrimenti non posso raggiungerti per rispondere. In egitto fa abbastanza caldo tutto l'anno. In giugno è caldo ma è un clima desertico secco quindi non è proibitivo. Io ho fato due crociere sul Nilo, una a dicembre ed una proprio a giugno e non ebbi difficoltà particolari. Bevi molto, porta sempre acqua con te che puoi prendere sulla nave. Buon vento Giovanni

  • #18

    Sabry (venerdì, 28 giugno 2019 07:39)

    Ciao, volevo fare la crociera sul nilo fine maggio/ inizio giugno. Come troverò le temperature e' fattibile come viaggio o e' gia molto caldo? Grazie

  • #17

    Lucio (lunedì, 13 maggio 2019 12:55)

    Grandi viaggiatori sono anime che tutto abbracciano con la compassione degli dei.

  • #16

    Nina (martedì, 26 marzo 2019 20:27)

    Buonasera
    Le regole sono cambiate. Chi volesse visitare l’antico Romagnano ha bisogno di un permesso rilasciato dal comune. Inoltre a Romagnano al monte nel 1980 non ha perso nessuno la vita. Tante case dopo il terremoto sono rimaste intatte.

  • #15

    #16 (domenica, 27 gennaio 2019 11:46)

    Ciao ho letto con attenzione e piacere il tuo viaggio in pillole. Anch'io ho prenotato con mia moglie il volo per Tonga dal 29 luglio 2019 al 15 agosto. Ho difficoltà a prenotare il volo interno da Tongatapu a Vava'U dal 2 agosto al 14 agosto. Per due volte con prepagata in giorni diversi mi da booking confirmation ma payment Unpaid. Ho provato con carta di credito stesso esito.La banca dice che per lei non ci sono problemi, ho scritto due e-mail alla Real Tonga senza risposta.E' forse troppo presto, mi puoi far sapere qualcosa in merito per risolvere il problema? Non vorrei che col passare del tempo i voli siano tutti pieni. Grazie per la disponibilità
    frankverygood@gmail.com

  • #14

    Joanne (domenica, 20 gennaio 2019 21:17)

    Ciao Giovanni. Cercando documenti italiani, ho appena saputo che un antenato morì nel Reale Manicomio della Maddalena nel 1919. Lo cercai su Google e trovai il tuo bel post. Grazie per aver dato alla mia famiglia una visione intima del luogo in cui il nostro antenato trascorse i suoi ultimi giorni.
    Joanne
    Florida, Stati Uniti

  • #13

    Marco Faraò (venerdì, 21 settembre 2018 15:29)

    Buonasera,

    volevo segnalarVi l'uscita del libro "Benedetta Maremma. Storia dei santi della bassa Toscana" edito dalla Sarnus che racconta la vita e il culto di 25 santi tra le province di Livorno e Viterbo tra cui anche la figura di san Galgano.

    Cordiali saluti

    Marco Faraò

  • #12

    Giovanni (mercoledì, 19 settembre 2018 00:24)

    Per Andrea: non hai lasciato un contatto mail dove posso raggiungerti

  • #11

    Andrea (martedì, 18 settembre 2018 11:25)

    Ciao vorrei partecipare al gruppo du fb URBEX CAMPANIA ma non sono iscritto al social posso seguirvi in qualche altro modo?

  • #10

    Serena - Sognando Viaggi (domenica, 26 novembre 2017 12:38)

    Ciao!Partirò per trascorrere un weekend a Dublino tra poche settimane, utilissimi i tuoi consigli! :)

  • #9

    Gerardo Basile (lunedì, 04 settembre 2017 23:31)

    Bellissimo blog. E' stata una vera scoperta conoscervi. Grazie.

  • #8

    Marcello Polacchini (martedì, 11 ottobre 2016 12:09)

    Complimenti Giovanni!!
    Molto interessante questo sito.
    Abbiamo in comune molte cose: la sete di viaggiare, l'amore per la subacquea, la voglia di condividere....
    Tu e Anna siete una coppia fortissima!
    Continuate così!
    Arrivederci presto (spero) al Banco.
    Un abbraccio.
    Marcello

  • #7

    Fausto (sabato, 25 giugno 2016 07:53)

    Complimenti grande reportage spero di visitare questi posti al più presto e quanto prima voglio tornare in Normandia a vedere dove è sepolto il criminale che ha commesso tutto. questo

  • #6

    Claudio (sabato, 07 maggio 2016 20:59)

    Caro Giovanni! Ti mando un saluto e un ringraziamento per aver lasciato il bel e sincero commento circa le peripezie che mi sono toccate per sopravvivere viaggiando. Sono contento che il vostro stile di viaggio non sia connesso alla necessità di sopravvivere ma solo al puro piacere! Grazie, saluti anche ad Anna

  • #5

    Luca Ciriello (domenica, 24 gennaio 2016 15:50)

    Che bello essere parte della vostra vita.
    Im proud of you Anna and Giovanni.

  • #4

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:32)

    Stupendo !

  • #3

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:27)

    Ho letto, mi avete fatto rivivere la mia crociera sul Nilo ! Siete fantastici, foto bellissime , complimenti !

  • #2

    Giuseppe Troisi (domenica, 03 gennaio 2016 23:20)

    Stupende foto, luoghi magnifici, ( sana invidia ) complimenti per il V/s stupendo modo di viaggiare ! Da oggi Vi seguiro' SEMPRE (virtualmente ) Ciao !

  • #1

    Marcello Polacchini (venerdì, 18 dicembre 2015 08:07)

    Complimenti ragazzi!!
    Le vostre foto e racconti mi fanno venire ancora più voglia di viaggiare e di immergermi.

    A presto!