N E A P O L I S

Ho voluto aggiungere questa sezione,  per amore viscerale per la mia città: Napoli. E per Napoli non intendo solo la città, ma tutto quello che è legato ad essa culturalmente e semanticamente. Ritengo Napoli una città di una complessità enorme, che merita di essere conosciuta dal punto di vista storico, archeologico, architettonico, artistico, semantico, umanistico, letterario come pochi luoghi al mondo. E' uno stupefacente deposito stratificato di informazioni. Come un archeologo che scava nella sua area di interesse, chi vuole scoprire Napoli deve esplorarla a strati, con il raschietto e il pennellino, scegliendo accuratamente l'epoca da indagare. Non è una rappresentazione immaginifica, ma la realtà. A differenza di molte grandi città del passato non si è espansa in ampiezza, ma in altezza e le varie epoche storiche si sovrappongono a strati, a volte fondendosi e confondendosi. Lo sanno bene gli addetti ai lavori pubblici nel sottosuolo; in alcune zone, in maniera quasi automatica, a seconda della profondità affiorano rovine greche, romane, bizantine, medioevali etc. E' accaduto così per le stazioni della nuova linea 1 della metro, che è stata giudicata una delle più belle del mondo, non solo per i tesori di arte contemporanea voluti al suo interno, ma anche e soprattutto perché di quello che si è trovato scavando se ne è fatto un complemento di arredo urbano, facendo diventare alcune stazioni un museo sui generis. E la linea 1 è ormai un must del turismo a Napoli, al pari di Capodimonte, Palazzo Reale o della Certosa di San Martino, meta giornaliera di migliaia di visitatori che prendono la metro non per andare da qualche parte, ma per la metro stessa, caso credo unico al mondo. Come una gigantesca Matrioska lesionata, Napoli mostra ovunque segni di storie perdute e di epoche passate: sui muri delle strade, nei cortili dei palazzi, nelle cantine, nelle enormi cavità tufacee sotterranee di cui è piena tutta l'area urbana. Scendendo in profondità, c'è il livello greco romano: il foro, l'acquedotto, il teatro etc. Man mano che si affiora verso l'attuale livello stradale, si scalano i secoli e le epoche storiche. Un puzzle in cui a volte è estremamente difficile districarsi. Le chiese più antiche di Napoli mostrano bene questa stratificazione. Così potrete osservare una Napoli colta e raffinata, una Napoli oscura e violenta, una Napoli esoterica e misteriosa dove  fatti di sangue hanno dato luogo a leggende immarcescibili nei secoli, una Napoli all'avanguardia scientifica e tecnologica ed una al contrario superstiziosa e oscurantista. Quel che è certo è che si può visitare Napoli centinaia di volte senza annoiarsi e scoprire sempre cose nuove, nuovi volti e nuove luci. Da sempre una delle città più tolleranti e accoglienti con i forestieri, Napoli vi aspetta. Venite a scoprirla, ne resterete stupiti al pari di noi che ci siamo nati e che ci viviamo. E chissà che la sirena non vi leghi per sempre con il suo canto.  ©   Giovanni Rossi Filangieri 

VENITE A NAPOLI

Amiamo la nostra città e ci piace conoscerla ed esplorarla in tutti i suoi aspetti. Per questo, spesso nel fine settimana siamo in giro per Napoli, da soli, con amici o con le decine di associazioni culturali presenti in città. Naturalmente, ci sono tante cose che conosciamo e moltissime altre che non conosciamo o, meglio, non conosciamo ancora.  Ci piace molto anche incontrare persone di altre città e paesi e condividere la scoperta di Napoli. Quindi, se non sei di Napoli ma ti piacerebbe visitarla, contattaci pure.  Niente paura: non siamo guide turistiche e non intendiamo esserlo. Quindi, se vi accontentate, siamo a disposizione, compatibilmente con i nostri impegni lavorativi e non.  E'  un invito a visitare Napoli e a considerarci come i vostri amici in città. Lasciateci un messaggio qui o su giovannifilangieri@gmail.com

select your language

PER CONTATTI usare il form o scrivere a: giovannifilangieri@gmail.com