PHILIPPINES ISLANDS  Cebu

22 gennaio - 5 febbraio 2016

voli SINGAPORE AIRLINES

spesa 1700 € circa

22 gennaio: partenza da Roma con Singapore Airlines  

23 gennaio: Singapore – Cebu

23 - 26 gennaio: soggiorno a TALAMBAN (nei pressi di Cebu City) al LITTLE SERVANTS OF JESUS CHRIST THE KING ORPHANAGE

26.gennaio pomeriggio trasferimento a Moalboal, nel sud dell’isola di Cebu. Arrivo alle 21.00

26.1 – 4.2 soggiorno a Moalboal al Sampaguita Diving resort

4.2 partenza per aeroporto di Cebu city, volo per Singapore

 5.2 partenza all'una di notte ore locali da Singapore per Roma. Arrivo a Roma alle 7 del mattino orario Roma

                 CEBU CITY - Talamban: LITTLE SERVANTS OF JESUS CHRIST THE KING ORPHANAGE 

 

Cebu è una delle 7.107 isole dell’arcipelago. Le filippine contano un numero elevato di etnie diverse di origine per lo più austronesiana. La religione più diffusa è il cristianesimo con una percentuale di musulmani per lo più nell’isola di Mindanao (la più meridionale). Si parla Tagalog (filippino) e inglese, ma si contano quasi duecento dialetti diversi.

CEBU CITY

Cebu City, il capoluogo, si trova nella parte nord della grande isola. E' la tipica caotica città del sud est asiatico, dove la contraddizione tra degrado e sviluppo esasperato è più che evidente. Quartieri fatiscenti, fatti di baracche di legno e lamiera, si alternano a modernissimi e scintillanti centri commerciali e quartieri di avveniristici grattacieli. La confusione delle strade, il caldo e l'umidità soffocante anche nella stagione secca non invogliano molto a stare in giro di giorno.

TALAMBAN - Little servants of Jesu Christ the King

 

Noi abbiamo goduto della frescura e dell'ospitalità di un luogo speciale, diretto da una persona davvero speciale: la missione delle Piccole ancelle di Cristo Re di Talamban, una zona periferica e collinare della città. L'istituzione delle Piccole ancelle di Cristo ha missioni in tutto il mondo, ma la casa madre è in Afragola, vicino Napoli, e fu fondata da Padre Sossio Del Prete e da Suor Antonietta Giugliano. E non un caso che l'Istituto di Talamban sia diretto da una Napoletana, Suor Tania Botta, una creatura dalla esplosiva vitalità e dalla contagiosa simpatia. Inutile dirvi che il nostro è stato un soggiorno dorato, tra gli ombrosi alberi del giardino, con la gioiosa compagnia delle bambine e delle sorelle, coccolati dalla cucina partenopea di Tania, l'unica capace di fare un buon espresso napoletano in tutta l'isola. Avevamo a disposizione persino il Van della missione ed il suo autista per girare per Cebu city. 

In tempi recenti, hanno deciso di organizzare una parte della missione in una sorta di Bed & Breakfast per recuperare un po’ di denaro per l’Orfanatrofio che, ricordiamolo, vive di donazioni e del lavoro delle sorelle; infatto, la Missione ha il suo orto, alleva animali da cortile etc. Dunque se siete diretti a Cebu, scegliete di stare con loro; oltre che vivere una esperienza davvero bella, aiuterete anche le sorelle a dare alle orfane un futuro migliore. Nella foto sopra, riporto tutti i dati per un contatto ed anche l’IBAN internazionale: anche una piccola donazione sarebbe importante.

Nonostante fosse agosto, le ragazze della Missione i hanno regalato una replica dello spettacolo di Natale, messo in scena solo per noi. L'ho ripreso e chi volesse ammirarle, trova qui sotto il link.

MOALBOAL

Moalboal vuol dire Immersioni subacquee e divertimento.  Circa 90 km a sud di Cebu City, il vero paese di Moalboal è dislocato lungo la strada principale, come quasi tutte i villaggi tropicali; ma le abitazioni, per lo più di tipo tradizionale, si addentrano nella jungla da tutti i lati senza un ordine preciso. Spesso Moalboal viene confusa con una località vicina, Panagsama Beach, una lunga spiaggia corallina dove sono sorti nel tempo molti bar, ristorantini, negozietti di souvenir e centri per le immersioni subacquee con annessi affittacamere. Negli ultimi anni Panagsama è, infatti, diventata famosa a livello internazionale per l’incredibile banco di sardine residenti che regala ai sub spettacoli unici. Le sardine sono ad un centinaio di metri dalla spiaggia, lì dove il bassofondo di corallo precipita nel drop-off. Panagsama è il luogo del divertimento notturno; è possibile passeggiare sulla spiaggia, bere un drink e ascoltare musica nei tanti bar, mangiare pesce a buon mercato, giocare a biliardo nei bar club. Purtroppo, Panagsama è anche una delle mete del cd. “Turismo sessuale” e non è raro vedere attempati signori, per lo più europei ma anche orientali, con giovanissime ragazze, anche se è una cosa molto meno evidente che in altri paesi; non abbiamo comunque visto locali dediti alla prostituzione più o meno esplicita. Arrivare a Panagsama è semplice servendosi dei tantissimi taxi- tricicli diffusi in tutto il sud est asiatico, i TUC TUC, che per pochissimi soldi (di solito 50 pesos, l’equivalente di un euro a persona) vi accompagnano e vi riportano. Ed è una vera avventura salirci a bordo per una corsa.

VIDEO  Moalboal e Panagsama

KAWASAN FALLS

Cebu è un’isola dalla vegetazione lussureggiante, ricca di corsi d’acqua e meravigliose cascate. Moalboal non fa eccezione. Ad un’oretta di bus a sud, lungo la costa, in corrispondenza della foce di un fiume è possibile, risalendo il fiume stesso e addentrandosi nella Giungla, arrivare ad una serie di cascate note come Kawasan Falls. E’ una bella passeggiate di una quarantina di minuti in una foresta lussureggiante.

 

VIDEO Kawasan falls

SAMPAGUITA RESORT & DIVING

 

Molti anni fa un subacqueo italiano di nome Sergio Forti diede corpo ad un suo desiderio: creare un villaggio con diving su misura per gli appassionati della fotografia e cinematografia subacquea. Nel tempo il Sampaguita è diventato uno dei diving più famosi e frequentati dai fotosub di tutto il mondo.  E la sua “mano” si vede ancora oggi che il villaggio ha cambiato proprietà. Il Villaggio si trova sulla costa, nella baia a sud di Panagsama Beach. Circondato di vegetazione lussureggiante, unisce semplicità e tranquillità senza assolutamente rinunciare al comfort. E’ articolato in Bungalow in stile tropicale, espressamente pensati per i fotosub; non vi sfuggirà di notare il tavolo per le attrezzature con tanto di luce ad hoc e ciabatta multi presa per poter ricaricare contemporaneamente molte cose. Il diving è comodo ed efficiente. Si esce con le tradizionali barche a bilanciere solo apparentemente scomode ma che in realtà si rivelano stabili e spaziose. I fondali antistanti, utilizzati di solito per le escursioni notturne, sono assolutamente da non snobbare. Il lodge centrale con bar ristorante, tutto in legno con una vista sulla laguna mozzafiato, è una delle cose che non dimenticherete; come la cucina, particolarmente curata che fa del Sampaguita un resort di categoria davvero superiore, peraltro con un notevole rapporto prezzo-qualità. Rimane per noi la migliore soluzione per le immersioni a Moalboal. Una sola pecca, ma che riguarda un po’ tutte le Filippine: il wi-fi è spesso insufficiente o non attivo. Problema che la proprietà sta cercando di risolvere direttamente con le compagnie telefoniche di Manila.

SOTTACQUA

 Se andate a Moalboal per la spiaggia o il divertimento, scegliete altre mete. Moalboal è sinonimo di immersioni subacquee! I suoi fondali sono ricchissimi di vita e vantano una biodiversità con pochi eguali nel pianeta. Questo luogo è infatti, un autentico paradiso per gli amanti della fotografia subacquea, in particolare modo la fotografia "macro". Ogni appassionato o professionista fotosub è venuto almeno una volta qui. Le guide sub filippine sono diventate espertissime nel trovare esserini microscopici per la gioia dei fotografi. In una sola immersione è possibile riempire le schede memoria della reflex o della videocamera con immagini uniche. A parte la enorme quantità e diversità di nudibranchi, è possibile vedere minuscoli crostacei o i tanto cercati cavallucci marini pigmei oppure il buffo Frog fish che si muove a scatti come un giocattolo rotto oppure gli invisibili pesci foglia oppure i velenosissimi serpenti di mare che si muovono sinuosi tra i coralli in cerca di prede. Abbondano le tartarughe; è possibile vederne molte ad ogni immersione. Anche i coralli molli stupiscono per dimensioni, colori e diversità. Nel drop off, tra enormi ventagli di gorgonie, coralli a frusta e spugna barile di dimensioni enormi volteggiano banchi di Carangidi e Lutianidi di dimensioni ragguardevoli. Rimanere delusi dalle immersioni a Moalboal è impossibile. L’unica cosa con cui fare i conti è il clima, sempre molto capriccioso.

Poco prima di un'immersione, con l'eccezionale presenza di Sergio Forti (primo a sinistra)

VIDEO  diving in Cebu

select your language

CONTATTI: giovannifilangieri@gmail.com

Commenti: 10
  • #10

    Serena - Sognando Viaggi (domenica, 26 novembre 2017 12:38)

    Ciao!Partirò per trascorrere un weekend a Dublino tra poche settimane, utilissimi i tuoi consigli! :)

  • #9

    Gerardo Basile (lunedì, 04 settembre 2017 23:31)

    Bellissimo blog. E' stata una vera scoperta conoscervi. Grazie.

  • #8

    Marcello Polacchini (martedì, 11 ottobre 2016 12:09)

    Complimenti Giovanni!!
    Molto interessante questo sito.
    Abbiamo in comune molte cose: la sete di viaggiare, l'amore per la subacquea, la voglia di condividere....
    Tu e Anna siete una coppia fortissima!
    Continuate così!
    Arrivederci presto (spero) al Banco.
    Un abbraccio.
    Marcello

  • #7

    Fausto (sabato, 25 giugno 2016 07:53)

    Complimenti grande reportage spero di visitare questi posti al più presto e quanto prima voglio tornare in Normandia a vedere dove è sepolto il criminale che ha commesso tutto. questo

  • #6

    Claudio (sabato, 07 maggio 2016 20:59)

    Caro Giovanni! Ti mando un saluto e un ringraziamento per aver lasciato il bel e sincero commento circa le peripezie che mi sono toccate per sopravvivere viaggiando. Sono contento che il vostro stile di viaggio non sia connesso alla necessità di sopravvivere ma solo al puro piacere! Grazie, saluti anche ad Anna

  • #5

    Luca Ciriello (domenica, 24 gennaio 2016 15:50)

    Che bello essere parte della vostra vita.
    Im proud of you Anna and Giovanni.

  • #4

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:32)

    Stupendo !

  • #3

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:27)

    Ho letto, mi avete fatto rivivere la mia crociera sul Nilo ! Siete fantastici, foto bellissime , complimenti !

  • #2

    Giuseppe Troisi (domenica, 03 gennaio 2016 23:20)

    Stupende foto, luoghi magnifici, ( sana invidia ) complimenti per il V/s stupendo modo di viaggiare ! Da oggi Vi seguiro' SEMPRE (virtualmente ) Ciao !

  • #1

    Marcello Polacchini (venerdì, 18 dicembre 2015 08:07)

    Complimenti ragazzi!!
    Le vostre foto e racconti mi fanno venire ancora più voglia di viaggiare e di immergermi.

    A presto!

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    Marcello Polacchini (venerdì, 18 dicembre 2015 08:07)

    Complimenti ragazzi!!
    Le vostre foto e racconti mi fanno venire ancora più voglia di viaggiare e di immergermi.

    A presto!

  • #2

    Giuseppe Troisi (domenica, 03 gennaio 2016 23:20)

    Stupende foto, luoghi magnifici, ( sana invidia ) complimenti per il V/s stupendo modo di viaggiare ! Da oggi Vi seguiro' SEMPRE (virtualmente ) Ciao !

  • #3

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:27)

    Ho letto, mi avete fatto rivivere la mia crociera sul Nilo ! Siete fantastici, foto bellissime , complimenti !

  • #4

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:32)

    Stupendo !

  • #5

    Luca Ciriello (domenica, 24 gennaio 2016 15:50)

    Che bello essere parte della vostra vita.
    Im proud of you Anna and Giovanni.

  • #6

    Claudio (sabato, 07 maggio 2016 20:59)

    Caro Giovanni! Ti mando un saluto e un ringraziamento per aver lasciato il bel e sincero commento circa le peripezie che mi sono toccate per sopravvivere viaggiando. Sono contento che il vostro stile di viaggio non sia connesso alla necessità di sopravvivere ma solo al puro piacere! Grazie, saluti anche ad Anna

  • #7

    Fausto (sabato, 25 giugno 2016 07:53)

    Complimenti grande reportage spero di visitare questi posti al più presto e quanto prima voglio tornare in Normandia a vedere dove è sepolto il criminale che ha commesso tutto. questo

  • #8

    Marcello Polacchini (martedì, 11 ottobre 2016 12:09)

    Complimenti Giovanni!!
    Molto interessante questo sito.
    Abbiamo in comune molte cose: la sete di viaggiare, l'amore per la subacquea, la voglia di condividere....
    Tu e Anna siete una coppia fortissima!
    Continuate così!
    Arrivederci presto (spero) al Banco.
    Un abbraccio.
    Marcello

  • #9

    Gerardo Basile (lunedì, 04 settembre 2017 23:31)

    Bellissimo blog. E' stata una vera scoperta conoscervi. Grazie.

  • #10

    Serena - Sognando Viaggi (domenica, 26 novembre 2017 12:38)

    Ciao!Partirò per trascorrere un weekend a Dublino tra poche settimane, utilissimi i tuoi consigli! :)