PAESI ABBANDONATI  Conza

23 novembre 1980, ore 19.34, un sisma di magnitudo 10 della scala Mercalli (livello X: completamente distruttivo – rovina di molti edifici, molte vittime umane, crepacci nel suolo) devastò la Campania e parte della Basilicata, cancellando per sempre decine di paesi. L’epicentro del sisma fu localizzato nella alta valle del Sele, tra i comuni di Teora, Castelnuovo di Conza e Conza della Campania. Questi tre comuni insieme a Laviano, Sant’Andrea, Pescopagano, Senerchia, Lioni, Morra de Sanctis, Santangelo dei Lombardi e molti altri furono distrutti dalla violenza del terremoto. Alle ore 19.36 del 23 novembre 1980 Conza è un cumulo di macerie.

              Conza 1960                                        Conza 1964                                              23.11.1980  ore 19.35                            Conza dopo il sisma                                                                                                                                                                                                            

Questa è l'unica registrazione sonora del terremoto conosciuta. E' stata ottenuta per caso da una emittente che stava registrando una programma di musica folk.


 

Ci sono voluti molti anni di tende, roulotte e prefabbricati perché gli abitanti superstiti potessero tornare a vivere in un paese dentro case degne di questo nome. Il paese nuovo è stato costruito alcuni chilometri più a valle. E’ molto diverso da quello originario, apparentemente grigio e senz’anima. Ma fu un desiderata della gente del posto avere case basse e strade larghe che, in caso di nuovo sisma, non trasformassero le vie di fuga in trappole mortali, come accadde nel paese vecchio. Del resto questa è una terra ad alto rischio sismico. Come si può, infatti, vedere dal grafico accanto, Conza della Campania è stata coinvolta in molti dei terremoti del passato al pari dei comuni limitrofi.

 

 

 

 

                                      

                                                                                             CONZA RICOSTRUITA

Del paese vecchio non rimangono che i ricordi degli anziani che li sono nati ed hanno vissuto foto sbiadite conservate nel museo del parco archeologico di “Compsa” nella città vecchia. Rimandiamo alla pagina (CONTENUTI -> Napoli-> Compsa: il parco archeologico di Conza)

Questo spiazzo verde è come un monumento ai caduti. Qui sorgeva il Bar dello Sport, qui la sera del 23 novembre 1980 si erano radunate molte persone, specie giovani, per vedere tutti insieme le partite domenicali (90° minuto e la sintesi della partita della settimana, allora questo era tutto). Qui rimasero vittime sotto le macerie del Bar interamente crollato decine di persone. Il Comune di Conza ha voluto ricordarlo piantando degli alberelli che rappresentano le tante giovani vite spezzate.

select your language

CONTATTI: giovannifilangieri@gmail.com

Commenti: 10
  • #10

    Serena - Sognando Viaggi (domenica, 26 novembre 2017 12:38)

    Ciao!Partirò per trascorrere un weekend a Dublino tra poche settimane, utilissimi i tuoi consigli! :)

  • #9

    Gerardo Basile (lunedì, 04 settembre 2017 23:31)

    Bellissimo blog. E' stata una vera scoperta conoscervi. Grazie.

  • #8

    Marcello Polacchini (martedì, 11 ottobre 2016 12:09)

    Complimenti Giovanni!!
    Molto interessante questo sito.
    Abbiamo in comune molte cose: la sete di viaggiare, l'amore per la subacquea, la voglia di condividere....
    Tu e Anna siete una coppia fortissima!
    Continuate così!
    Arrivederci presto (spero) al Banco.
    Un abbraccio.
    Marcello

  • #7

    Fausto (sabato, 25 giugno 2016 07:53)

    Complimenti grande reportage spero di visitare questi posti al più presto e quanto prima voglio tornare in Normandia a vedere dove è sepolto il criminale che ha commesso tutto. questo

  • #6

    Claudio (sabato, 07 maggio 2016 20:59)

    Caro Giovanni! Ti mando un saluto e un ringraziamento per aver lasciato il bel e sincero commento circa le peripezie che mi sono toccate per sopravvivere viaggiando. Sono contento che il vostro stile di viaggio non sia connesso alla necessità di sopravvivere ma solo al puro piacere! Grazie, saluti anche ad Anna

  • #5

    Luca Ciriello (domenica, 24 gennaio 2016 15:50)

    Che bello essere parte della vostra vita.
    Im proud of you Anna and Giovanni.

  • #4

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:32)

    Stupendo !

  • #3

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:27)

    Ho letto, mi avete fatto rivivere la mia crociera sul Nilo ! Siete fantastici, foto bellissime , complimenti !

  • #2

    Giuseppe Troisi (domenica, 03 gennaio 2016 23:20)

    Stupende foto, luoghi magnifici, ( sana invidia ) complimenti per il V/s stupendo modo di viaggiare ! Da oggi Vi seguiro' SEMPRE (virtualmente ) Ciao !

  • #1

    Marcello Polacchini (venerdì, 18 dicembre 2015 08:07)

    Complimenti ragazzi!!
    Le vostre foto e racconti mi fanno venire ancora più voglia di viaggiare e di immergermi.

    A presto!

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    Marcello Polacchini (venerdì, 18 dicembre 2015 08:07)

    Complimenti ragazzi!!
    Le vostre foto e racconti mi fanno venire ancora più voglia di viaggiare e di immergermi.

    A presto!

  • #2

    Giuseppe Troisi (domenica, 03 gennaio 2016 23:20)

    Stupende foto, luoghi magnifici, ( sana invidia ) complimenti per il V/s stupendo modo di viaggiare ! Da oggi Vi seguiro' SEMPRE (virtualmente ) Ciao !

  • #3

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:27)

    Ho letto, mi avete fatto rivivere la mia crociera sul Nilo ! Siete fantastici, foto bellissime , complimenti !

  • #4

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:32)

    Stupendo !

  • #5

    Luca Ciriello (domenica, 24 gennaio 2016 15:50)

    Che bello essere parte della vostra vita.
    Im proud of you Anna and Giovanni.

  • #6

    Claudio (sabato, 07 maggio 2016 20:59)

    Caro Giovanni! Ti mando un saluto e un ringraziamento per aver lasciato il bel e sincero commento circa le peripezie che mi sono toccate per sopravvivere viaggiando. Sono contento che il vostro stile di viaggio non sia connesso alla necessità di sopravvivere ma solo al puro piacere! Grazie, saluti anche ad Anna

  • #7

    Fausto (sabato, 25 giugno 2016 07:53)

    Complimenti grande reportage spero di visitare questi posti al più presto e quanto prima voglio tornare in Normandia a vedere dove è sepolto il criminale che ha commesso tutto. questo

  • #8

    Marcello Polacchini (martedì, 11 ottobre 2016 12:09)

    Complimenti Giovanni!!
    Molto interessante questo sito.
    Abbiamo in comune molte cose: la sete di viaggiare, l'amore per la subacquea, la voglia di condividere....
    Tu e Anna siete una coppia fortissima!
    Continuate così!
    Arrivederci presto (spero) al Banco.
    Un abbraccio.
    Marcello

  • #9

    Gerardo Basile (lunedì, 04 settembre 2017 23:31)

    Bellissimo blog. E' stata una vera scoperta conoscervi. Grazie.

  • #10

    Serena - Sognando Viaggi (domenica, 26 novembre 2017 12:38)

    Ciao!Partirò per trascorrere un weekend a Dublino tra poche settimane, utilissimi i tuoi consigli! :)