LA CASCINA ALLUVIONI BRANCERE

Perso nelle campagne lombarde ed a poca distanza dagli argini del Po, si può ammirare un bellissimo ed antico complesso, ormai in rovina. Si tratta della Cascina Alluvioni Brancere, un bel complesso agricolo con casa padronale e la sua iconica Limonaia retrostante, in passato di proprietà della famiglia Germani. Fuori delle mura, c’è la Cappella gentilizia che è avvolta da tenebrose leggende. Va subito avvertito che il luogo è molto fatiscente e c’è un elevato rischio di crolli. Chi entrasse deve farlo con la massima prudenza, cercando di evitare si stare più del necessario di un celere passaggio nei posti maggiormente ammalorati, consapevole comunque del serio rischio. La casa padronale è del tutto inaccessibile, mentre visitabile buona parte della grande Cascina, dove c’erano i locali di servizio e gli alloggi dei fattori e le stalle. Tuttavia, la cosa più suggestiva è la limonaia, un retrostante ampio giardino con castelletto, accessibile anche da un elegante e dal sapore rinascimentale ingresso posteriore. Nonostante sia ridotto ad un rudere e ormai interamente collassato all’interno, conserva ancora un grande fascino e merita una visita. 

A pochissima distanza, in mezzo ai campi, c’è l’antica cappella gentilizia della famiglia Germani. Questa struttura è avvolta da una antica leggenda, di cui si parla anche in un famoso libro di Harold Stuart intitolato “l’Italia dei fantasmi”. Secondo l’autore, la cappella non sarebbe stata consacrata e, quindi, nelle notti di luna piena i defunti della famiglia germani lì sepolti uscirebbero dai sepolcri, vagando nelle campagne lamentandosi. Qualcuno invece riferisce del fantasma di una bambina morta prematuramente che comparirebbe di notte su un cavallo bianco. Leggende di paese? Cosa importa! Importante è mantenere sempre vive le tradizioni e le storie di questo antico luogo. 

LA CAPPELLA GERMANI

L'esplorazione è stata fatta per un tempo davvero breve, nel rispetto dei luoghi e degli eventuali cartelli di divieto presenti. Nessuna intrusione in luoghi protetti da chiusure, barriere, cancelli o in presenza di divieti è stata fatta. Nulla è stato toccato e/o prelevato. 

IL PRESENTE ARTICOLO NON COSTITUISCE IN NESSUN MODO UN INVITO O UN INCORAGGIAMENTO ALL'ESPLORAZIONE. I LUOGHI SONO FATISCENTI E PERICOLOSI. CHI LO FACESSE, SE NE ASSUME OGNI CONSAPEVOLE RISCHIO. AD OGNI BUON CONTO RICORDATE SEMPRE LA REGOLA "LEAVE ONLY FOOTPRINTS AND TAKE ONLY PHOTOS", LASCIATE SOLO IMPRONTE E NON PRENDETE NULLA SE NON IMMAGINI.

 

Treespassing private properties is both illegal and dangerous.


 

CONDIVIDI SU

select your language

PER CONTATTI usare il form o scrivere a: giovannifilangieri@gmail.com