IL PALAZZO DEL CARDINALE

Imponente palazzo di età rinascimentale, purtroppo caduto da anni in un malinconico abbandono. Appartenuto ad una nobile famiglia desiderosa di essere al livello di magnificenza di altre del calibro dei Farnese o degli Orsini. Con i suoi splendidi giardini e le maestose fontane, doveva certamente essere una della più belle residenze dell’epoca.

Oggi è parzialmente crollato, invaso da una fitta vegetazione spontanea e spogliato di quelli che dovevano essere i preziosissimi arredi. Anche se ormai morente, questa bellissima residenza mostra ancora i segni della sua grandezza. La magnificenza degli esterni, che oggi si può solo intuire nella intricata selva di rovi e di resti sparsi ovunque di panchine e balaustre, è niente a paragone di ciò che si nasconde all'interno. Il portone di accesso è invaso da detriti; questa ala del palazzo è stata interessata da un imponente crollo. Quindi, per esplorare ciò che rimane accessibile, bisogna inerpicarsi su per tortuose scalinate a chiocciola in pietra. Ci si muove tra enormi sale, camini monumentali, soffitti a cassettoni, stemmi, portali intarsiati, bagni in marmo e volte affrescate. la cosa che maggiormente colpisce è sicuramente l’enorme salone con le pareti rosse del secondo piano, non fosse che per il colore sgargiante. Con il soffitto di legno a cassettoni ed impresso lo stemma della casata, è impreziosito da un maestoso camino in peperino rosa. Dalla porta alla sinistra dell’immenso camino, si accede ad una piccola cappella privata, che versa in condizioni assai precarie ed è proprio a ridosso dell’ala crollata.

 

Fotografando questo gigante del passato non si può non provare una grande tristezza, mista a rabbia impotente, nel vedere uno dei tanti tesori della nostra Italia affogare nell'incuria e nell'abbandono. Se c’è qualcosa di davvero terribile nella esplorazione urbana è il contatto diretto con la precarietà, con l’oblio e con la disgregazione che non risparmia niente e nessuno. Il tempo esalta e fa brillare le cose, ma allo stesso tempo le scava, lentamente le distrugge. Questa consapevolezza rimane dentro e non ti abbandona nemmeno quando sei fuori, nel tuo mondo che sembra eterno e immarcescibile, e che invece un giorno inesorabilmente cambierà, diventerà irriconoscibile e poi svanirà. 

E' L'ORA DEL BAGNO: ALLE NOVE IN INVERNO, ALLE OTTO IN ESTATE (Plinio, Epistulae)

La sala rossa

IL PRESENTE ARTICOLO NON COSTITUISCE IN NESSUN MODO UN INVITO O UN INCORAGGIAMENTO ALL'ESPLORAZIONE. I LUOGHI SONO FATISCENTI E PERICOLOSI. CHI LO FACESSE, SE NE ASSUME OGNI CONSAPEVOLE RISCHIO. AD OGNI BUON CONTO RICORDATE SEMPRE LA REGOLA "LEAVE ONLY FOOTPRINTS AND TAKE ONLY PHOTOS", LASCIATE SOLO IMPRONTE E NON PRENDETE NULLA, SOLO IMMAGINI.

CONDIVIDI SU

select your language

CONTATTI: giovannifilangieri@gmail.com

Commenti: 17
  • #17

    Nina (martedì, 26 marzo 2019 20:27)

    Buonasera
    Le regole sono cambiate. Chi volesse visitare l’antico Romagnano ha bisogno di un permesso rilasciato dal comune. Inoltre a Romagnano al monte nel 1980 non ha perso nessuno la vita. Tante case dopo il terremoto sono rimaste intatte.

  • #16

    #16 (domenica, 27 gennaio 2019 11:46)

    Ciao ho letto con attenzione e piacere il tuo viaggio in pillole. Anch'io ho prenotato con mia moglie il volo per Tonga dal 29 luglio 2019 al 15 agosto. Ho difficoltà a prenotare il volo interno da Tongatapu a Vava'U dal 2 agosto al 14 agosto. Per due volte con prepagata in giorni diversi mi da booking confirmation ma payment Unpaid. Ho provato con carta di credito stesso esito.La banca dice che per lei non ci sono problemi, ho scritto due e-mail alla Real Tonga senza risposta.E' forse troppo presto, mi puoi far sapere qualcosa in merito per risolvere il problema? Non vorrei che col passare del tempo i voli siano tutti pieni. Grazie per la disponibilità
    frankverygood@gmail.com

  • #15

    Joanne (domenica, 20 gennaio 2019 21:17)

    Ciao Giovanni. Cercando documenti italiani, ho appena saputo che un antenato morì nel Reale Manicomio della Maddalena nel 1919. Lo cercai su Google e trovai il tuo bel post. Grazie per aver dato alla mia famiglia una visione intima del luogo in cui il nostro antenato trascorse i suoi ultimi giorni.
    Joanne
    Florida, Stati Uniti

  • #14

    Marco Faraò (venerdì, 21 settembre 2018 15:29)

    Buonasera,

    volevo segnalarVi l'uscita del libro "Benedetta Maremma. Storia dei santi della bassa Toscana" edito dalla Sarnus che racconta la vita e il culto di 25 santi tra le province di Livorno e Viterbo tra cui anche la figura di san Galgano.

    Cordiali saluti

    Marco Faraò

  • #13

    Giovanni (mercoledì, 19 settembre 2018 00:24)

    Per Andrea: non hai lasciato un contatto mail dove posso raggiungerti

  • #12

    Andrea (martedì, 18 settembre 2018 11:25)

    Ciao vorrei partecipare al gruppo du fb URBEX CAMPANIA ma non sono iscritto al social posso seguirvi in qualche altro modo?

  • #11

    Raffaele abbate (giovedì, 19 luglio 2018 10:28)

    molto interessante . visiterò tutto

  • #10

    Serena - Sognando Viaggi (domenica, 26 novembre 2017 12:38)

    Ciao!Partirò per trascorrere un weekend a Dublino tra poche settimane, utilissimi i tuoi consigli! :)

  • #9

    Gerardo Basile (lunedì, 04 settembre 2017 23:31)

    Bellissimo blog. E' stata una vera scoperta conoscervi. Grazie.

  • #8

    Marcello Polacchini (martedì, 11 ottobre 2016 12:09)

    Complimenti Giovanni!!
    Molto interessante questo sito.
    Abbiamo in comune molte cose: la sete di viaggiare, l'amore per la subacquea, la voglia di condividere....
    Tu e Anna siete una coppia fortissima!
    Continuate così!
    Arrivederci presto (spero) al Banco.
    Un abbraccio.
    Marcello

  • #7

    Fausto (sabato, 25 giugno 2016 07:53)

    Complimenti grande reportage spero di visitare questi posti al più presto e quanto prima voglio tornare in Normandia a vedere dove è sepolto il criminale che ha commesso tutto. questo

  • #6

    Claudio (sabato, 07 maggio 2016 20:59)

    Caro Giovanni! Ti mando un saluto e un ringraziamento per aver lasciato il bel e sincero commento circa le peripezie che mi sono toccate per sopravvivere viaggiando. Sono contento che il vostro stile di viaggio non sia connesso alla necessità di sopravvivere ma solo al puro piacere! Grazie, saluti anche ad Anna

  • #5

    Luca Ciriello (domenica, 24 gennaio 2016 15:50)

    Che bello essere parte della vostra vita.
    Im proud of you Anna and Giovanni.

  • #4

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:32)

    Stupendo !

  • #3

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:27)

    Ho letto, mi avete fatto rivivere la mia crociera sul Nilo ! Siete fantastici, foto bellissime , complimenti !

  • #2

    Giuseppe Troisi (domenica, 03 gennaio 2016 23:20)

    Stupende foto, luoghi magnifici, ( sana invidia ) complimenti per il V/s stupendo modo di viaggiare ! Da oggi Vi seguiro' SEMPRE (virtualmente ) Ciao !

  • #1

    Marcello Polacchini (venerdì, 18 dicembre 2015 08:07)

    Complimenti ragazzi!!
    Le vostre foto e racconti mi fanno venire ancora più voglia di viaggiare e di immergermi.

    A presto!