DISCO BOWLING Echi di risate nel buio

TIPOLOGIA: ex discoteca bowling

STATO DEI LUOGHI: buono

MOTIVO ABBANDONO: problemi gestionali

INTERESSE: fotografico/impatto emotivo

TAG: #urbex  #urbanexploration #abandoned

E’ una giornata fredda e umida, il cielo grigio piombo minaccia temporale. Stiamo percorrendo il ripido viale che porta ad un complesso di divertimenti abbandonato, all’interno: una discoteca, un American Bar, un pub, un bowling con 12 piste e una sala biliardi. Oltrepassato il cancello di ingresso c’è una strada da percorrere che è stata letteralmente invasa dalla vegetazione selvatica, che rende il paesaggio davvero lunare. 

Una volta dentro, ci accoglie la biglietteria con il guardaroba ed una macchina per l’alcool test. Oltre, l’ingresso alla discoteca. Le attrezzature sono ancora al loro posto: luci, faretti, arredo, divanetti, la palla rotante di travoltiana memoria. La consolle del DJ ha ancora il quadro controllo, ma non il mixer ed i computer. Separato dalla pista da una rete d’acciaio, un grande “american bar” con ancora tutti gli alcoolici ancora al loro posto. Due caratteristici pipistrelli medagliati della Bacardi pendono sul grande bancone a ferro di cavallo. Nella vicina sala c’è un Pub dal sapore di quelli americani anni 50, con attigua cucina. Di qui, si accede ad una enorme sala dove campeggia un meraviglioso, quanto intatto, Bowling a 12 piste con ancora i birilli, le bocce al loro posto. Il bancone delle scarpe ha ancora le scarpe negli scaffali e, con grande sorpresa, troviamo decine di documenti dimenticati dai clienti: carte di identità, patenti etc. A fianco del bowling c'è un’altra grande sala con i tavoli da biliardo, anch’essi ancora con le stecche, le biglie e i gessetti, come se qualcuno stesse ancora giocando. Sui muri di mattoncini rossi in stile anglosassone celebrazioni del Basket e del Football made in USA. Un murales con “Magic Johnson”, il leggendario 32 dei Los Angeles Lakers, che schiaccia in un canestro, quest'ultimo vero, attaccato al muro. Appesi al muro alcuni caschi originali della NFL come quello dei GIANTS nella foto. 

L’esplorazione avviene nella penombra o, a tratti, al buio (bowling) poiché questo enorme complesso è al chiuso di un grande edificio di cemento (tipo centro commerciale) e questo rende ancora più surreale l’esperienza. La sensazione è che il luogo sia stato lasciato da poco da una folla eclissatasi per chissà quale evento catastrofico improvviso; è solo la polvere che si è accumulata ed il silenzio assoluto che ci dice che questo è uno dei tanti luoghi ormai morti di questo paese.

GLAMOUR DISCO

AMERICAN BAR

PUB

BOWLING

SALA BILIARDI

 

L'esplorazione è stata fatta nel rispetto dei luoghi e degli eventuali cartelli di divieto presenti. Nessuna intrusione in luoghi protetti da chiusure, barriere, cancelli o in presenza di divieti è stata fatta. Nulla è stato toccato e/o prelevato. 

 

IL PRESENTE ARTICOLO NON COSTITUISCE IN NESSUN MODO UN INVITO O UN INCORAGGIAMENTO ALL'ESPLORAZIONE. I LUOGHI SONO FATISCENTI E PERICOLOSI. CHI LO FACESSE, SE NE ASSUME OGNI CONSAPEVOLE RISCHIO. AD OGNI BUON CONTO RICORDATE SEMPRE LA REGOLA "LEAVE ONLY FOOTPRINTS AND TAKE ONLY PHOTOS", LASCIATE SOLO IMPRONTE E NON PRENDETE NULLA SE NON IMMAGINI.


 

CONDIVIDI SU

select your language

PER CONTATTI usare il form o scrivere a: giovannifilangieri@gmail.com