COSA E' IL CICLOTURISMO

7 consigli per praticarlo

Il cicloturismo è un tipo di turismo attivo che permette alle persone di riscoprire un contatto lento e autentico con la natura: ecco 7 consigli per iniziare a praticarlo.

 

 

Il viaggio è un’esperienza che aiuta a ristabilire l’equilibrio della mente e del corpo, in particolare se viene vissuto a contatto con la natura. Per questo motivo, negli ultimi anni, sono tantissime le persone che hanno deciso di mettersi alla prova e avvicinarsi al cicloturismo, vivendo delle vacanze diverse. Questo modo di viaggiare infatti si adatta sia agli adulti che ai bambini e comporta molti benefici: chi inizia a viaggiare in bicicletta, difficilmente smetterà.

 

Cos’è il cicloturismo

 

Con il termine cicloturismo si intende una forma di turismo attivo che si discosta notevolmente dai soliti itinerari del turismo di massa. Si tratta infatti di un modo di viaggiare più lento e autentico, in cui il contatto con il territorio e le tradizioni locali permette di entrare davvero in connessione con se stessi e con l’ambiente circostante. L’approccio del turismo sostenibile, e in particolare del cicloturismo, è attento all’esplorazione dell’ambiente nel suo sviluppo naturale, sia dal punto di vista naturalistico che socio-economico. Scegliere di vivere le vacanze in bici è un’esperienza che tutti dovrebbero provare una volta nella vita perché comporta una serie di vantaggi importanti sia per il proprio benessere che per quello dell’ambiente.

 

 

Quali sono i benefici del cicloturismo

 

Il cicloturismo è un’attività di turismo e di svago che permette di distendere la mente, allontanandola dai rumori della città e dallo stress quotidiano, per immergersi in un rinnovato contatto con la natura. Oltre a donare benessere alla mente, il cicloturismo è molto positivo per il fisico perché permette di mantenersi allenati, seguendo i propri ritmi e cogliendo ogni giorno nuove sfide. Inoltre è eco-compatibile, valorizzando zone che altrimenti sarebbero escluse dai flussi tradizionali e preservando la natura dall’inquinamento dell’aria e acustico a cui invece sarebbe sottoposta con un viaggio in auto o altri mezzi come treni e aerei. In questi ultimi anni sono nati tantissimi progetti di cicloturismo e sono molte le nuove destinazioni, sia in Italia che all’estero, che hanno deciso di investire su questo nuovo modo di viaggiare, cogliendone le numerose opportunità positive. Se anche tu vuoi regalarti un viaggio in sella alla bici, di seguito potrai trovare alcuni consigli e approfondimenti utili.

 

 

7 consigli per vivere un’esperienza di cicloturismo

 

Coppie, gruppi di amici, famiglie: sono tantissime le persone che hanno deciso di dedicarsi ad un’esperienza di cicloturismo per vivere un viaggio lontano dai soliti canoni. Per farlo in modo consapevole, è necessario però seguire alcuni step precisi, ecco quali sono quelli principali:

 

     l’allenamento è fondamentale. Se si desidera viaggiare in bici, è molto importante seguire un allenamento sportivo ad hoc nei mesi precedenti alla partenza, in modo da allenare l’organismo e arrivare preparati al viaggio. Il rischio altrimenti è quello di subire infortuni o comunque soffrire di dolori muscolari causati da un eccessivo sforzo;

     un altro aspetto riguarda la scelta della destinazione. Tutti i cicloturisti amano mettersi alla prova, per sfidare i propri limiti, ma bisogna farlo con cautela. In particolare durante i primi viaggi è consigliabile scegliere una destinazione non troppo lontana da casa, da raggiungere durante una giornata di viaggio, e principalmente pianeggiante: di volta in volta poi si potranno raggiungere nuovi obiettivi ma in modo progressivo e preparato con le dovute tempistiche;

     se hai il timore di non saper decidere la destinazione perfetta per te, durante le prime esperienze di cicloturismo è indicato affidarsi ad una guida che sappia guidarti in questo nuovo modo di viaggiare;

     anche l’alimentazione ha un ruolo decisivo. Viaggiare in bicicletta richiede che a livello di pasti ci sia un equilibrio perfetto, per avere tutte le energie necessarie per pedalare, senza eccedere perché si può correre il rischio di sentirsi appesantiti e non riuscire a proseguire il viaggio. La dieta del cicloturista è ampia e molto completa: la stessa idratazione è fondamentale;

     scegliere l’abbigliamento adeguato è un altro step necessario prima di partire per un viaggio. Anche in questo caso è possibile rivolgersi al personale di un negozio sportivo specializzato oppure rivolgersi preventivamente alla guida del proprio tour per chiedere indicazioni sui capi da acquistare. Lo stesso discorso si può applicare anche all’acquisto della bicicletta e dell’attrezzatura annessa;

     un altro consiglio, che può sembrare banale, ma non lo è riguarda i bagagli. Durante un viaggio in bicicletta è fondamentale non caricarsi eccessivamente con i bagagli o si rischia di essere sempre in deficit di energia. Anche in questo caso esiste l’attrezzatura ad hoc, come nel caso degli zaini, che agevola l’attività sportiva senza rinunciare agli oggetti necessari per viaggiare in modo confortevole;

     Infine mai avere paura di mettersi in gioco. Tante persone desiderano sperimentare questa forma di turismo sostenibile, ma temono di non essere in grado di farcela e rinunciano senza tentare. Il cicloturismo, sia in bicicletta che eventualmente in ebike, si adatta a tutti: l’importante è prepararsi in modo consapevole e con i giusti tempi al proprio viaggio.

 

 

 

select your language

PER CONTATTI usare il form o scrivere a: giovannifilangieri@gmail.com