EBOLI La "Strangulatora"

.                                 di Paolo Sgroia

Nella foto: la dimora di Vico I Barbacani, indicata come abitazione della Strangulatora.

A Eboli, in Vico I Barbacani, la traversa proprio di fronte all’entrata del Mulino Morrone, la prima abitazione sulla destra è indicata come la dimora dove viveva la Strangulatora.
La Strangulatora era chiamata al capezzale dei morenti per aiutarli nel trapasso. Era definita l’Angelo della buona morte. Era una donna che faceva questo “mestiere” per alleviare i dolori e le sofferenze di chi stava per morire. La Chiesa condannava questo tipo di pratica che altro non era se non l’eutanasia di oggi. Un “mestiere” che svolgevano solo le donne, si tramandava da madre in figlia. Questa pratica si svolgeva non solo a Eboli ma anche in altre zone d'Italia. Per esempio in Sardegna la Strangulatora era chiamata "femina accabadora" (s'accabadóra, lett. "colei che finisce", deriva dal sardo s'acabbu, "la fine"). Una donna che uccideva persone anziane in condizioni di malattia tali da richiedere l'eutanasia. Diverse sono le pratiche di uccisione utilizzate dalla femmina “accabadora”. Entrava nella stanza del morente vestita di nero con il volto coperto, e finiva il moribondo tramite soffocamento con un cuscino, oppure colpendolo sulla fronte tramite un bastone d'ulivo o dietro la nuca con un colpo secco, o ancora strangolandolo ponendo il collo tra le sue gambe. Lo strumento più utilizzato, del quale si trovano ancor oggi dei reperti, era una sorta di martello di legno ottenuto tagliando un ramo d’ulivo.


Si hanno prove di pratiche della femmina accabadora fino agli anni venti del '900. Quello dell'accabadora non era considerato il gesto di un'assassina ma era visto dalla comunità come un gesto amorevole e pietoso verso un sofferente.
La pratica a Eboli era simile a quella della Sardegna. La strangulatora per scaramanzia non chiedeva nulla a chi la chiamava, perché essere pagati per finire un moribondo portava male. La Strangulatora tutta vestita di nero e incappucciata arrivava a notte inoltrata nella casa del morente, quando era buio e non c’era gente per le strade. Appena giunta nell’abitazione tutti uscivano fuori dalla stanza per pregare. Lei frattanto si avvicinava al letto del giacente e una volta chiesto il perdono a Dio soffocava il morente con il cuscino, e se non ci riusciva allora usava il bastone d’ulivo, o altre pratiche come quelle usate in Sardegna. L’eutanasia si usava solo quando i dottori esplicitamente dicevano che non c'era più nulla da fare per il malato. La Strangulatora svolgeva da sola questo macabro rito, ed era accompagnata da una persona, di solito la figlia, solo quando doveva tramandare il suo “lavoro”. Dopo che era avvenuto il trapasso, la Strangulatora restava in preghiera. Non se ne conosce il motivo, forse per continuare a chiedere perdono per l’omicidio appena commesso oppure per far credere a qualcuno che lei ufficialmente era lì solo per pregare e non per strangolare il moribondo, pratica vietata non solo dalla Chiesa ma anche dalla Legge. Una volta avvenuto il decesso ed il susseguente momento di preghiera, la Strangulatora usciva dalla stanza con una candela accesa tra le mani e si dileguava velocemente tra i vicoli bui senza farsi seguire perché nessuno doveva conoscere la sua identità. Il rischio di essere arrestata e portata al patibolo era altissimo.

CONDIVIDI SU

select your language

CONTATTI: giovannifilangieri@gmail.com

 

Commenti: 19
  • #19

    Giovanni Rossi Filangieri (venerdì, 28 giugno 2019 11:28)

    Ciao Sabry, questo è il libro ospiti per i saluti e i commenti. Se desideri info la prossima volta compil ail form contatti, altrimenti non posso raggiungerti per rispondere. In egitto fa abbastanza caldo tutto l'anno. In giugno è caldo ma è un clima desertico secco quindi non è proibitivo. Io ho fato due crociere sul Nilo, una a dicembre ed una proprio a giugno e non ebbi difficoltà particolari. Bevi molto, porta sempre acqua con te che puoi prendere sulla nave. Buon vento Giovanni

  • #18

    Sabry (venerdì, 28 giugno 2019 07:39)

    Ciao, volevo fare la crociera sul nilo fine maggio/ inizio giugno. Come troverò le temperature e' fattibile come viaggio o e' gia molto caldo? Grazie

  • #17

    Lucio (lunedì, 13 maggio 2019 12:55)

    Grandi viaggiatori sono anime che tutto abbracciano con la compassione degli dei.

  • #16

    Nina (martedì, 26 marzo 2019 20:27)

    Buonasera
    Le regole sono cambiate. Chi volesse visitare l’antico Romagnano ha bisogno di un permesso rilasciato dal comune. Inoltre a Romagnano al monte nel 1980 non ha perso nessuno la vita. Tante case dopo il terremoto sono rimaste intatte.

  • #15

    #16 (domenica, 27 gennaio 2019 11:46)

    Ciao ho letto con attenzione e piacere il tuo viaggio in pillole. Anch'io ho prenotato con mia moglie il volo per Tonga dal 29 luglio 2019 al 15 agosto. Ho difficoltà a prenotare il volo interno da Tongatapu a Vava'U dal 2 agosto al 14 agosto. Per due volte con prepagata in giorni diversi mi da booking confirmation ma payment Unpaid. Ho provato con carta di credito stesso esito.La banca dice che per lei non ci sono problemi, ho scritto due e-mail alla Real Tonga senza risposta.E' forse troppo presto, mi puoi far sapere qualcosa in merito per risolvere il problema? Non vorrei che col passare del tempo i voli siano tutti pieni. Grazie per la disponibilità
    frankverygood@gmail.com

  • #14

    Joanne (domenica, 20 gennaio 2019 21:17)

    Ciao Giovanni. Cercando documenti italiani, ho appena saputo che un antenato morì nel Reale Manicomio della Maddalena nel 1919. Lo cercai su Google e trovai il tuo bel post. Grazie per aver dato alla mia famiglia una visione intima del luogo in cui il nostro antenato trascorse i suoi ultimi giorni.
    Joanne
    Florida, Stati Uniti

  • #13

    Marco Faraò (venerdì, 21 settembre 2018 15:29)

    Buonasera,

    volevo segnalarVi l'uscita del libro "Benedetta Maremma. Storia dei santi della bassa Toscana" edito dalla Sarnus che racconta la vita e il culto di 25 santi tra le province di Livorno e Viterbo tra cui anche la figura di san Galgano.

    Cordiali saluti

    Marco Faraò

  • #12

    Giovanni (mercoledì, 19 settembre 2018 00:24)

    Per Andrea: non hai lasciato un contatto mail dove posso raggiungerti

  • #11

    Andrea (martedì, 18 settembre 2018 11:25)

    Ciao vorrei partecipare al gruppo du fb URBEX CAMPANIA ma non sono iscritto al social posso seguirvi in qualche altro modo?

  • #10

    Serena - Sognando Viaggi (domenica, 26 novembre 2017 12:38)

    Ciao!Partirò per trascorrere un weekend a Dublino tra poche settimane, utilissimi i tuoi consigli! :)

  • #9

    Gerardo Basile (lunedì, 04 settembre 2017 23:31)

    Bellissimo blog. E' stata una vera scoperta conoscervi. Grazie.

  • #8

    Marcello Polacchini (martedì, 11 ottobre 2016 12:09)

    Complimenti Giovanni!!
    Molto interessante questo sito.
    Abbiamo in comune molte cose: la sete di viaggiare, l'amore per la subacquea, la voglia di condividere....
    Tu e Anna siete una coppia fortissima!
    Continuate così!
    Arrivederci presto (spero) al Banco.
    Un abbraccio.
    Marcello

  • #7

    Fausto (sabato, 25 giugno 2016 07:53)

    Complimenti grande reportage spero di visitare questi posti al più presto e quanto prima voglio tornare in Normandia a vedere dove è sepolto il criminale che ha commesso tutto. questo

  • #6

    Claudio (sabato, 07 maggio 2016 20:59)

    Caro Giovanni! Ti mando un saluto e un ringraziamento per aver lasciato il bel e sincero commento circa le peripezie che mi sono toccate per sopravvivere viaggiando. Sono contento che il vostro stile di viaggio non sia connesso alla necessità di sopravvivere ma solo al puro piacere! Grazie, saluti anche ad Anna

  • #5

    Luca Ciriello (domenica, 24 gennaio 2016 15:50)

    Che bello essere parte della vostra vita.
    Im proud of you Anna and Giovanni.

  • #4

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:32)

    Stupendo !

  • #3

    Giuseppe Troisi (lunedì, 04 gennaio 2016 13:27)

    Ho letto, mi avete fatto rivivere la mia crociera sul Nilo ! Siete fantastici, foto bellissime , complimenti !

  • #2

    Giuseppe Troisi (domenica, 03 gennaio 2016 23:20)

    Stupende foto, luoghi magnifici, ( sana invidia ) complimenti per il V/s stupendo modo di viaggiare ! Da oggi Vi seguiro' SEMPRE (virtualmente ) Ciao !

  • #1

    Marcello Polacchini (venerdì, 18 dicembre 2015 08:07)

    Complimenti ragazzi!!
    Le vostre foto e racconti mi fanno venire ancora più voglia di viaggiare e di immergermi.

    A presto!